ESPANA INSULAR 2010
by R. Pavanello

Dopo tanto girovagare per il mondo, dall’ Atlantico del Sur al Circolo Polare Artico, dal Volga al Mar Nero per le vacanze estive 2010 sono tornato a casa!
Intendiamoci, non è che sia rimasto a Vercelli a zappare l’orto e neanche ho fatto un abbonamento alla piscina comunale, molto semplicemente, sono tornato per l’ ennesima volta, in quel paese che considero, ormai, la mia seconda casa, la SPAGNA!!!!!!!!!!

Nonostante, come già scritto, questo sia stato l’ ennesimo viaggio in Spagna ancora sono riuscito a visitare, a parte le pressoché “ obbligate “ Madrid e Barcelona, località mai raggiunte prima d’ora: le due regioni insulari, le Islas Canarias e le Islas Baleares ( da qui il titolo di questo scritto ) e due fondamentali tappe del Camino di Santiago ( che un giorno mi riprometto di fare scarpinando da Roncisvalle a Santiago de Campostella ), Burgos e Leòn.

Come sempre, durante i viaggi in Spagna, la parte turistica è stata preponderante su quella radiofonica ma, logicamente, in questo articolo sarà questa ad essere privilegiata e non mancheranno, quanto tratterò di stazioni operanti sulle onde medie e corte, di fare un breve accenno alle loro possibilità di sintonia in Italia.
Detto ciò andiamo ad iniziare……………

Erano le 09.44 di venerdi 30 luglio 2010 quando dalla stazione di Vercelli prendevo il treno per Milano Centrale ove arrivavo alle 10.45. Ebbene si, questa volta non ho preso il solito Talgo notturno in quanto non ritengo il caso di farmi derubare da Trenitalia e Renfe. Il biglietto Torino-Barcelona in Talgo, solo andata, costa infatti, per tutto il resto dell’ anno, 71 Euro, ad agosto lo stesso biglietto lo vendono a 180 Euro!!!! Allo stesso prezzo di 180 Euro Lufthansa vi offre un viaggio aereo andata e ritorno da Malpensa a Barcelona Prat. Ergo, se Trenitalia e Renfe pensano di pagarsi le linee ad alta velocità spennando i turisti del mese di agosto, sappiano che con me gli è andata buca. Depositavo i bagagli al deposito, facevo un giretto in Piazza del Duomo, pranzavo a sbavo utilizzando i ticket restaurant della mia azienda e poi in autobus raggiungevo l’ Aeroporto di Malpensa. Alla 17.30 il decollo e alle 19.05 l’ atterraggio nel capoluogo catalano. Treno per un alberghetto trovato al volo nella zona della Estaciò de Franca e poi qualche vasca sulla Rambla e sulla Plaza de Catalunya chiudevano il primo giorno di questa nuova avventura.

(VAI ALLA PHOTO GALLERY DEL VIAGGIO)

Il giorno successivo era dedicato al trasferimento da Barcelona a Santa Cruz de Tenerife. Sveglia alle 8, treno dall’ Estaciò de Franca all’ Aeroporto e alle 12.20 la partenza per Madrid ove arrivavo alle 13.30. Dopo aver depositato il bagaglio a mano alla consigna dell’ Aeroporto di Barrajas in metrò raggiungevo il centro cittadino per una prima breve escursione madrilena e poi tornavo, sempre in metrò, all’ Aeroporto per ripartire alle 19.25 a destinazione delle Isole Canarie. Alle 21.40 ora locale, le 22.40 ora italiana ( “ una hora meno en Canarias “ come sempre ci ricordano i segnali orari delle stazioni spagnole in onde medie ) giungevo all’ Aeroporto Los Rodeos di Tenerife Norte. Ritiro dei bagagli e poi l’ autobus 102 mi portava al terminal di Santa Cruz de Tenerife, il capoluogo dell’ Isola di Santa Cruz e, in condivisione con Las Palmas de Gran Canaria, capoluogo della regione delle Islas Canarias. Il trasferimento in taxi all’ hotel chiudeva questa prima intera giornata in terra di Spagna.

La giornata successiva, domenica 1 agosto, era per me un po’ speciale in quanto Sant’ Eusebio patrono di Vercelli e decidevo di dedicarla interamente al turismo culturale e balneare. Al mattino, appena uscito dall’ albergo raggiungevo la Plaza de Espana e vedevo una lunga fila di persone in attesa di entrare dentro al palazzo del governo regionale. Mi chiedevo cosa ci fosse di cosi importante là dentro e davo un occhiata al portone aperto sulla piazza. Non ci crederete ma sapete cosa vedevo? La Coppa del Mondo appena vinta dalla Spagna in Sud Africa !!! Si la Coppa del Mondo stà facendo un pellegrinaggio in tutto il paese e quel giorno era a Santa Cruz de Tenerife. Avendola già vista da vicino due anni fà in Vercelli per i festeggiamenti del centenario del primo scudetto della Pro Vercelli, proseguivo, visitando i centralissimi Musei de la Naturaleza y del Hombre e di Bellas Artes, oltre che l’ Iglesia de la Concepciòn, al pomeriggio, grazie all’ autobus 910 che prendevo nella vicinissima, al mio albergo, Plaza de Espana raggiungevo per la mia prima tintarella ed il mio primo bagno africano, la Playa de las Teresitas, una meravigliosa spiaggia artificiale, costruita ancora in epoca franchista, con finissima sabbia bianca importata direttamente dal Sahara. Vi è infatti da rilevare che la pressoché totalità delle spiagge naturali di Tenerife, data la natura vulcanica dell’ isola, sono di sabbia nera e certamente meno gradevoli alla vista.

Anche il successivo lunedì era interamente dedicato al turismo, anzi era il giorno del “ culmine “ dal punto di visto turistico dell’ intero viaggio. La sveglia suonava già alle 6, nel saccone nero, compagno di tante avventure, venivano prontamente posti guanti da sci, berretta in lana di Fun Radio di Parigi e felpa di CBC Edmonton, probabilmente la felpa più pesante e spessa mai realizzata al mondo. Il giaccone invernale me lo sarei tenuto fra le braccia. No, non ero impazzito e neanchè la Terra si era rovesciata, molto più semplicemente la mia meta del giorno era il Pico del Teide, la più alta montagna di tutta la Spagna, il vulcano attivo che domina l’ isola di Tenerife coi suoi 3718 metri di altezza sul nivel medio del mar en Alicante ( è il modo ufficiale con cui in Spagna si indica l’ altezza sul livello del mare delle varie località ). Raggiunta la stazione degli autobus di Santa Cruz alle 07.00, con l’ autobus della linea 103, partivo a destinazione di Puerto de la Cruz ove arrivavo alle 07.40. Una breve sosta ad un bar per la colazione e poi alle 09.15 l’ autobus 348 partiva per portarmi alla stazione di partenza del Teleferico del Teide ove arrivavo alle 11.00, subito prendevo la funicolare ed attraverso un paesaggio che era un misto fra quello lunare e quello di Marte ( ammesso che tale differenza esista ) arrivavo fin quasi al Pico del Teide ( per raggiungere proprio il Pico è necessaria una speciale autorizzazione ), alla stazione terminale del Teleferico a 3555 metri di altezza. Mi trattenevo per l’ ora concessa e poi tornavo alla base del Teleferico. Alle 16 la ripartenza, sempre con l’ autobus 348, verso Puerto de la Cruz ove arrivavo alle 17.45. Alle 18 la ripartenza per Santa Cruz, sempre con l’ autobus 103, ove tornavo alle 18.40. La missione era stata compiuta: avevo fatto il record di altitudine raggiunta della mia vita!!!!!

Martedì 3 agosto, finalmente, mi ricordavo di essere un collezionista di adesivi di emittenti radiofoniche. Era infatti quella la giornata interamente dedicata al tour delle stazioni radio di Santa Cruz de Tenerife. Appena uscito dall’ albergo raggiungevo la sede della Cadena SER, il più importante network radiofonico spagnolo che in Santa Cruz deTenerife attiva Cadena Dial su 87.8 MHz, Maxima FM su 91.1 MHz, Los 40 Principales su 93.2 MHz, M80 su 100.1 MHz e Radio Club Tenerife su 100.1 MHz e 1179 KHz. Scordatevi di riuscire mai a sintonizzarla in Italia: i 1179 KHz, da noi, sono esclusivo appannaggio di Radio Valencia, una delle più potenti stazioni della Cadena SER attive nella Spagna Peninsulare. Erano le 09.30 e le mie scampanellate restavano senza risposta. Ancora troppo presto per i ritmi lavorativi iberici!!! Proseguivo con la sede della R.N.E. La Radio Nacional de Espana attiva Radio 1 su 94.8, 105.6 MHz e 621 KHz, Radio Clasica su 92.6 e 102.1 MHz, Radio 3 su 90.0 e 105.7 MHz e Radio 5 su 88.8, 98.1, 104.0 MHz e 720 KHz. Anche in questo caso, scordatevela: la frequenza dei 621 KHz è dominata dal trasmettitore di Palma de Mallorca, sui 720 c’ è di tutto, Portogallo, Cipro, Romania, Germania ma non Tenerife!!!!! La sede era aperta, c’era un receptionista che appena udita la mia richiesta di adesivi attaccava la solita tiritera, già ascoltata almeno 10 volte in diverse sedi della R.N.E., secondo la quale gli adesivi non li hanno perchè per quei nulla facenti di Madrid è troppo fatica distribuirle alle sedi regionali e provinciali. Lasciate a mani vuote le due più importanti emittenti spagnole davo inizio ad una lunga passeggiata fra le emittenti locali. Dapprima raggiungevo la sede di Canal 4, emittente attiva su ben 4 frequenze di FM, 105.7, 105.9, 106.1 e 106.3 MHz. Esattamente come alla Cadena SER!!!! Proseguivo con Radio Isla, altra stazione locale sintonizzabile su 88.3, 99.2 e 99.7 MHz. Finalmente rompevo il ghiaccio.... i primi adesivi del viaggio finivano nella mia borsa. Continuavo con la sede locale di Radio Marca 91.5 MHz, l’ emittente del più importante quotidiano sportivo spagnolo, Marca, l’ equivalente della nostra Gazzetta dello Sport. Incredibile ma vero, altro pieno successo!! Ancora a piedi verso un’ altra stazione locale Radio Planet 99.0 MHz per la quale avevo un invito a visitare le installazioni. Nell’ andarci passavo davanti alla vecchia sede ormai abbandonata di Canal Atlantico Televisiòn e non mancavo di scattare una fotografia al loro logo ancora esposto. Arrivato a Radio Planet scoprivo che erano tutti di vacaciones !!! Finalmente toccava ad un network, Onda Cero Teide Radio che in Santa Cruz attiva i 94.0 MHz. La sede era aperta ma gli adesivi erano finiti. Peccato. Riprendevo con le locali e precisamente con la sede di Tenerife di Radio Ecca 106.6 MHz, storica emittente culturale di cui parlerò più diffusamente quando descriverò il successivo tour radiofonico, quello di Las Palmas de Gran Canaria. Anche li adesivi terminati da anni. Toccava ad un’ altra stazione locale, Radio Union 95.3 e 105.3 MHz. Una cosa mai capitatami prima: un vecchietto con le cuffie in testa nello studio di registrazione, alla mia richiesta di adesivi mi invitava a cercarmeli da solo nei cassetti delle scrivanie e degli armadi della reception! Peccato che ne trovavo solo due. In anni e anni di visite a stazioni radio è stata questa la prima volta che ho fatto una caccia al tesoro.....Uscito da Radio Union raggiungevo la sede di Radio El Dia 92.6, 94.5 e 99.5 MHz, l’ emittente del quotidiano di Santa Cruz, EL DIA, che per quasi tutto il giorno ritrasmette Punto Radio ( attiva invece 24 ore su 24 sui 90.8 MHz ) ma che ha anche qualche spazio di programmazione locale. La radio è ospitata al secondo piano dell’ enorme sede del quotidiano e la receptionista, gentilissima, saliva fino ad essa per prendermi gli adesivi richiesti. Di persone educate e gentili verso di noi fanatici adesivaroli radiofonici ancora ne esistono. Mi spostavo a Radio Millenium 94.3 MHz per la quale avevo un invito a firma della Directora Jenny Rodriguez. Jenny non c’era ma la sua e-mail bastava a spalancarmi le porte e a farmi visitare gli studi di questa moderna stazione che è un pò l’ emittente ufficiale della comunità venezuelana di Tenerife. Mi facevo scattare una fotografia nello studio di trasmissione e omaggiare dell’ ultimo adesivo ancora li presente. A piedi mi spostavo alla sede locale di Radio Canarias, la stazione radiotelevisiva del Governo regionale delle Islas Canarias attivo in Tenerife sui 93.0, 100.2 e 104.7 MHz. Avevo un invito a firma di Manuel Sanz Mesa ma questi era in riunione e tutto andava a ramengo . Il tour radiofonico di Santa Cruz de Tenerife era cosi terminato, ci sarebbero state altre due stazioni locali, Radio Adonai 106.3 MHz e La Voz de Canaria 92.0 MHz, ma le loro sedi erano troppo periferiche per poter essere raggiunte volendo dedicare non più di una giornata al tour delle radio cittadine.
Stanco morto, tornavo in hotel e la cena ed una passeggiata serale sul lungomare erano il mio addio, anzi il mio arrivederci, all’ isola di Tenerife

(VAI ALLA PHOTO GALLERY DEL VIAGGIO)

Mercoledì 4 agosto era il giorno del trasferimento da Tenerife a Gran Canaria. Già alle 07.30 ero in piedi, in taxi mi trasferivo alla stazione degli autobus di Santa Cruz e da li, ancora con l’ autobus 108, raggiungevo l’ aeroporto. Alle 12 il decollo, con un’ ora di ritardo, e alle 12.30 l’ atterraggio all’ Aeroporto di Gran Canaria. Appena recuperati i bagagli, con l’ autobus 60 dapprima e in taxi poi, raggiungevo il mio hotel ed ero cosi pronto a dare inizio alla visita turistica di Las Palmas de Gran Canaria, capoluogo di provincia e, come già detto, in condivisione con Santa Cruz de Tenerife, capoluogo della regione delle Islas Canarias. Visitavo, nel centro storico, la Casa de Cristobal Colon ( il nome spagnolo del nostro connazionale Cristoforo Colombo ). Nel pieno centro di Las Palmas ha sede Radio Guiniguada 105.9 MHz, emittente “ libera e comunitaria “ già conosciuta anni fà in Milano durante un meeting dell’ Amarc e quindi già procedevo alla sua visita, antipasto del tour radiofonico del giorno successivo. Peccato che c’era solo una segretaria e che gli adesivi fossero terminati. Uscito da Radio Guiniguada tornavo in hotel. Cena ed una passeggiata serale sul lungomare chiudevano questa faticosa giornata.

Il giorno successivo iniziavo il mio giro fra le emittenti radiofoniche. Le radio di Las Palmas sono in numero superiore a quelle di Santa Cruz percui avevo deciso che la loro vuelta sarebbe stata suddivisa in due giorni, ove al mattino e nel primissimo pomeriggio mi sarei dedicato ad esse e nel
“ medio “ e tardo pomeriggio avrei frequentato le due spiagge cittadine. Era cosi che verso le 9.30, in taxi, raggiungevo il Centro Commerciale Las Arenas ove credevo avessero sede due emittenti radiofoniche, Radio 9, di musica moderna, operante su 87.0, 93.6 e 97.7 MHz e Radio Las Arenas di musica tradizionale spagnola attiva su 102.6, 103.4, 103.6 e 103.8 MHz. Avevo un invito da parte del Sig. Fernando Ortega, il Director e quindi andavo sul quasi certo. Era quel quasi che mi fregava: le due emittenti si sono trasferite in un non ben identificato lugar della Urbanicacion Las Torres. Boh! Ad altri il compito di scoprire l’ esatto nuovo indirizzo. Un autobus, il 31, mi portava proprio in fronte alla sede locale della Cadena COPE che in Gran Canaria attiva la catena tradizionale su 90.1, 91.0 MHz e 837 KHz, Cadena 100 su 91.8 MHz, Rock & Gol su 99.0, 100.7 e 100.9 MHz e Radio Insular Las Palmas su 106.2 MHz. Non speriamo di mai riuscire qui in Italia a sintonizzarla sugli 837 KHz, a parte il fatto che il canale è pesantemente interferito da Radio France, negli spazi di programmazione locale la stazione COPE che da noi si sintonizza è quella di Sevilla. La receptionista faceva un tentativo di ricerca di pegatinas ma il suo era solo un tentativo non riuscito... La porta accanto a quella della Cadena COPE è quella di Radio Ecca, emittente culturale dedita alle persone anziane ( i giovani è inutile tentare di acculturarli ) sintonizzabile su 90.4, 90.7, 91.4 MHz e 1269 KHz. Anche per Radio Ecca inutile farsi illusioni: in Italia il canale dei 1269 KHz è di predominio della stazioni di Figueras e Ciudad Real della Cadena COPE. Peccato, negli anni ’70 parecchi DXer italiani avevano avuto modo di sintonizzarla, ma era altri tempi, quelli in cui moltissime stazioni spagnole a mezzanotte dicevano “ Viva Franco, Arriba Espana “ e poi chiudevano lasciandoci sintonizzarne altre, come Radio Ecca, operanti in isofrequenza. Tutto quello su cui riuscivo a mettere le mani erano due esemplari dell’ ultimo numero della loro rivista, riviste che poi avrei buttato in una papelera per ridurre il peso del mio bagaglio. Un secondo autobus, il 30 mi riportava in centro per una visita alla sede della R.N.E. L’ emittente pubblica spagnola in Gran Canaria attiva Radio 1 sui 92.8 MHz e i 576 KHz, Radio Clasica su 95.1 MHz, Radio 3 su 98.5 MHz e Radio 5 su 88.6, 104.8 MHz e 747 KHz. Anche in questo caso lasciate ogni speranza, sui 576 KHz, solo per restare in ambito spagnolo, c’è la Radio 5 di Barcelona e sui 747 KHz la fanno da padrone Olanda e Bulgaria. Li arrivato altra scoperta strabiliante, l’ edificio dell’ Avenida 1 de Mayo 21, che tutti danno come sede di Las Palmas de Gran Canaria, della R.N.E. ora è completamente di proprietà dell’ UGT – Union General de Trabajo, uno dei principali sindacati spagnoli in quanto la R.N.E. si è trasferita. Dove ? La risposta me la dava Dario Monferini 24 ore dopo, che, scatenate le ricerche da parte di Jordi Brunet, il curatore della lista delle emittenti spagnole su MW della web del Play DX, www.playdx.com, mi diceva Plazeta Milton 1 – 35005 Las Palmas de Gran Canaria. Grazie ad entrambi!!! A piedi raggiungevo la vicina Radio San Borodon 97.2 MHz emittente locale di proprietà di un’ associazione culturale canaria. San Borodon e’ il nome del monaco irlandese che per primo cristianizzò le isole. Più di un secolo ancor prima della loro unificazione al Regno de Castilla. Trovavo il campanello ma nessuno mi rispondeva. Anche in Spagna le vacanze si fanno in agosto. Proseguivo, sempre a piedi, verso l’ indirizzo in mio possesso, Calle Leon y Castillo 23, 3°-B ( e preso dalla web www.lalistadelafm.com ) di Radio Aitiden, altra stazione locale operante sui 96.1 MHz. Peccato che anzichè Radio Aitiden ci fosse lo studio di un avvocato !! Piccola pausa turistica con una visita alla Cattedrale e poi ancora un autobus, l’ 1, per raggiungere Onda Cero Radio, che in Las Palmas si ascolta sui 89.8 MHz con la programmazione tradizionale e sui 98.0 MHz coi programmi musicali di Europa FM. Tutto chiuso, ma tanto per non finire la giornata a mani vuote, staccavo l’ esemplare posto sulla porta del loro solito adesivo. Per quel giorno bastava: rientro in hotel, asciugamano e poi per l’intero pomeriggio la Playa de Alcavaraneras era mia. Peccato che pero’ fosse nuvolo e l’ acqua alquanto freddina.

Anche la successiva giornata era un misto di radio e spiaggia. Appena uscito dall’ albergo raggiungevo il grande edificio delle Assicurazioni Mapfrè ove sono ospitate, in due diversi uffici, due importanti emittenti, un network nazionale ed uno regionale. Iniziavo da quello regionale, posto al primo piano, Radio Canarias, l’ emittente del governo regionale che in Gran Canaria lavora su 91.4, 96.9, 99.3 e 100.8 MHz. Belli gli uffici, bello il megalogo che fotografavo, simpatico il personale presente ma tutto quello su cui mettevo le mani erano tre matite col loro logo. Colpa della crisi che stà colpendo anche le Canarie. Una corsa in ascensore mi portava poi al quarto piano ove ha sede la Cadena SER che in Las Palmas attiva SER Las Palmas sui 99.8, 100.6 e 103.0 MHz, Los 40 Principales su 94.4 e 96.5 MHz, Cadena Dial su 101.4 e 101.7 MHz, Maxima FM su 102.0 e 102.7 MHz e M80 su 105.4 MHz. Avrete notato che non ho elencato stazioni in onda media. Tanti anni fà Radio Las Palmas, la stazione di Punto Radio oggi attiva su 1008 KHz era della Cadena SER, ma poi, per qualche misterioso motivo, fu ceduta ad Onda Cero e poi da questa alla nascitura Punto Radio. Credo che quella di Las Palmas sia l’ unica provincia spagnola ove la Cadena SER non disponga di una stazione sulle onde medie. Qui la crisi non è arrivata ed una quindicina di esemplari di pegatinas finivano nella mia borsa. Lasciato il grande palazzone raggiungevo, a piedi, la sede di UD Radio, emittente locale attiva su 90.1, 91.0 e 93.8 MHz. UD sta per Union Deportiva in quanto UD Radio è l’ emittente di proprietà dell’ Union Deportiva Las Palmas, la squadra di calcio cittadina, l’ equivalente della Radio Zenit di San Pietroburgo visitata nel 2009. Niente adesivi, ma molto simpatica l’ unica persona presente in sede che mi faceva visitare e fotografare gli studi. Mi congedavo augurando all’ Union Deportiva Las Palmas una pronta risalita nella Primera Division della Liga Espanola. Un autobus, il 20, mi portava a El Sabadell, la zona industriale di Las Palmas ove hanno sede moltissime radio locali situate a poche centinaia di metri l’ una dalle altre. Iniziavo da Radio Insular 87.6, 92.5 e 93.4 MHz e Tropimania 91.5 e 97.5 MHz, due emittenti locali che condividono la stessa sede. Adesivi terminati la risposta che ricevevo. Toccava poi a Onda Islena 89.5, 92.1, 93.7 e 93.8 MHz. Adesivi mai fatti era quello che mi sentivo rispondere. Non è vero: adesivi di Onda Islena fanno parte della mia collezione ma non facciamo i polemici…..La passeggiata proseguiva con Radio Buenas Nuevas 89.8 MHz. Qui non sentivo assolutamente nulla in quanto nessuno rispondeva alle mie scampanellate. Raggiungevo quindi l’ unica sede di Univerdance FM 95.2 MHz e Radial Latino 93.8 MHz, le emittenti della comunità brasilera di Las Palmas. Esattamente come con Radio Buenas Nuevas!! Altri 4 passi mi portavano a Radio Juventud 94.1 e 101.1 MHz. Avevo un invito a visitare gli studi a firma del Senor Carmelo Henriquez, questi non era presente ma il suo scritto bastava ad aprirmi le porte. Venivo ricevuto dal responsabile del programma sportivo che negli anni ’70 aveva lavorato alla SER e venivo accompagnato a visitare le piccole ma efficienti installazioni di questa emittente, tipica stazione locale delle Isole Canarie ove operano 400 emittenti private tutte prive di autorizzazioni. A breve il governo regionale rilascerà 150 licenze ma tutte le altre dovranno chiudere. A Radio Juventud sono molto preoccupati per questo ma da parte mia auguro loro lunga vita perchè da loro è stato il megacolpaggio della settimana canaria: 10 adesivi di due differenti varietà che credo nessun collezionista abbia mai visto!!! Congedatomi da Radio Juventud passavo ad un network, Punto Radio, attivo in Gran Canaria con Inolvidable FM 95.8 MHz, Radio Las Palmas 105.1 MHz e appunto Punto Radio su 91.2, 95.3 MHz e 1008 KHz. E’ quest’ ultima frequenza, in pratica. l’unica possibilità che abbiamo in Italia di sintonizzare le Isole Canarie che, da un punto di vista radiofonico, secondo le sacre liste dell’ EDXC, fanno radiocountry a sè, separato dalla Spagna e appartenente al continente africano. La frequenza dei 1008 KHz, per lo meno nel Nord Italia, è stradominata dall’ Olanda ma se si fanno le acrobazie con la loop o con ricevitore portatile si riesce a separare la Spagna. Normalmente arrivano, durante le ore di programmazione locale o Radio Alicante o Radio Girona, ma a volte può fare la sua magica comparsa Las Palmas de Gran Canaria!! E’ anche facile capire se stà arrivando lei o la Spagna continentale: le stazioni della Spagna continentale sono della Cadena SER, quella di Las Palmas di Punto Radio percui se è quest’ultima ad arrivare essa non è in parallelo con le altre emittenti SER. Provate!!!! Io ci sono riuscito, ed il fatto che ci sia riuscito solo tre volte in 35 anni, non vi faccia desistere. Il giorno che vi entrerà sarete felicissimi e ringrazierete di aver scelto come hobby il DX!!!! Detto questo la risposta avuta è stata: gli adesivi non sò dove siano, siamo tutti in ferie!!! Va’ beh, sono uscito dalla routine del solito “ son finiti “ o “ mai fatti “. Con Canarias Ahora 96.5, 101.9 102.0 MHz tornavo alle sedi completamente vuote. Fotografavo comunque la targa col loro logo. Terminavo con Tamaran FM 96.2 e 104.8 MHz. Tutto come a Canarias Ahora!!! A questo punto riprendevo un autobus, l’ 1 proprio davanti ad UD Radio e ritornavo in albergo, ove depositavo il malloppo del giorno, infilavo il costume da bagno e poi raggiungevo la più bella spiaggia di Las Palmas, la Playa de las Canteras per l’ultimo bagno africano.

(VAI ALLA PHOTO GALLERY DEL VIAGGIO)

Sabato 7 agosto, con tutto comodo tornavo in Europa: in taxi mi spostavo dall’ albergo alla stazione degli autobus da dove, col numero 60, raggiungevo l’ aeroporto. Alle 14.35, le 15.35 in Europa, la partenza per Madrid ove arrivavo, dopo 3 ore di volo, alle 18.20 nell’ ormai per me solito Aeroporto di Barrajas. Metrò fino al mio solito hotel madrileno posto fra la Puerta del Sol e la Plaza Mayor e poi una breve passeggiata serale chiudeva la giornata del ritorno in Europa.

La successiva domenica era di puro relax. Visitavo il Monastero delle Descalzas Reales, il monastero ove hanno trascorso la loro esistenza molte Infante de Espana ( per fortuna delle Infante Leonor e Sofia i tempi sono cambiati ) ed poi , dato che la solita piscina ove è da una quindicina di anni che trascorro tutti i miei pomeriggi domenicali madrileni, era chiusa per restauro, un po' di ascolto FM nel solarium dell' albergo ove non rischiavo l' insolazione dato che, dopo tre mesi di sole spaccasassi, il primo giorno nuvoloso dell' estate 2010 madrilena è stato quello.

Lunedì 9 agosto il momento più importante dell’ intero viaggio dal punto di vista radiantistico. Ma non anticipiamo nulla. Dopo la colazione raggiungevo la stazione della metropolitana della Gran Via e da li, con la linea 5 fino al capolinea di Casa del Campo e poi, con la linea 10, fino a Colonia Jardin ove raggiungevo la nuova metropolitana suburbana di Madrid, bellissima opera equivalente alla parigina RER che collega i comuni della prima cintura periferica alla capitale. Li prendevo la nuova linea ML2 e raggiungevo la stazione di Prado del Rey, nome certamente noto ai più dato che ospita la Casa de la Radio, la sede dei servizi radiofonici della Radio Nacional de Espana, i suoi servizi per l' interno ed il suo servizio per l' estero, la Radio Exterior de Espana. Avevo infatti un appuntamento con il curatore del programma DX della stessa, Amigos de la Onda Corta, Antonio Buitrago, in onda ogni sabato e domenica negli orari e nelle frequenze che potete facilmente trovare nella pagina web dell' emittente riportata in fondo a questo articolo. Devo però prima ufficialmente ringraziare Dario Monferini del Play DX e Pedro Sedano dell' A.E.R. grazie ai quali sono riuscito a combinare questo appuntamento. Diciamo subito che Prado del Rey è una piccola Saxa Rubra, ospita infatti non solo la Casa della Radio ma anche gli studi televisivi della TVE, gli uffici amministrativi della RTVE, più altre palazzine di servizio quali quella per l' accesso ed il controllo dei visitatori. Scordatevi infatti di visitare la Casa de la Radio se prima non avete preso un appuntamento, appuntamento che comunque è facilissimo da prendere, basta contattare Antonio all' indirizzo di e-mail del suo programma che trovate sempre al termine di questo mio scritto. Appena superati i controlli di sicurezza entravo nella reception della Casa de la Radio ove, dopo pochi minuti, ero raggiunto da Antonio, persona veramente squisita e gentilissima. Subito iniziavamo a visitare gli studi, posti al primo piano, delle 4 emittenti nazionali, Radio 1 di notizie, Radio Clasica di musica classica, Radio 3 di musica leggera per un pubblico giovanile e Radio 5 Todas Noticias. Della ricezione italiana dei servizi nazionali della R.N.E. abbiamo già a lungo dibattuto negli articoli sui precedenti viaggi in Spagna, qui mi limito a ricordare che i servizi locali per la Comunidad de Madrid, sono sintonizzabili, dalle 07.25 alle 07.30 e dalle 07.50 alle 08.00 ora italiana, sulle frequenze di 585 e 657 KHz rispettivamente dai trasmettitori di Radio 1 e Radio 5. La cosa che subito balza agli occhi è la grandezza degli studi, veramente giganti, e la modernità delle apparecchiature; benchè la Casa de la Radio sia degli anni '70 si è avuto un continuo ammodernamento delle installazioni per far si che la R.N.E. sia sempre all' avanguardia dal punto di vista tecnico. Non mancavamo poi di visitare l' enorme sala della redazione delle notizie e i saloni di controllo per i collegamenti con tutte le sedi provinciali. Scattavo un bel po' di fotografie e poi raggiungevamo lo spazio occupato dalla Radio Exterior. La R.E.E. opera sulle onde corte con servizi a destinazione di tutti i continenti in castigliano, catalano, basco, galiziano, russo, inglese, francese, sefardi, arabo e portoghese. Piccola nota: il sefardi è l’ antico idioma parlato dagli ebrei spagnoli prima della loro cacciata dal paese nel 1492 ( non è che l’ antisemitismo l’ abbia inventato Hitler ) ed i tre programmi nelle lingue nazionali minoritarie, basco, catalano e galiziano, vengono preparati non dalla R.E.E. ma direttamente dalle sedi regionali della R.N.E., rispettivamente di Bilbao, Barcelona e La Coruna. Oltre che ai trasmettitori dislocati sul territorio spagnolo, utilizza per le trasmissioni dirette nelle Filippine un trasmettitore dislocato in Cina e per le trasmissioni dirette all’America Latina un suo centro di trasmissione posto in Costa Rica. I programmi cercano, naturalmente, di dare un’ informazione su tutti gli aspetti della vita spagnola, sicuramente utili a tutti coloro che nel mondo, non possono ascoltare i programmi nazionali diffusi sulle onde medie, ma sicuramente non è il caso di noi italiani. Orari e frequenze di trasmissione potete trovarli nel sito italiano del BCL Sicilia Club all’ indirizzo www.bclnews.it . Sono solo 70 i lavoratori della R.E.E., non tantissimi quindi, ma grazie a tanto impegno e buona volontà riescono ogni giorno a dare il loro contributo a far si che la R.E.E. possa essere la voce della Spagna ai 4 angoli del mondo. Al termine della visita una bella intervista, fatta dallo stesso Antonio e dal suo collega del servizio inglese Justin Coe, per la puntata di Amigos de la Onda Corta andata in onda il 14 ed il 15 agosto, sul nostro hobby e la mia passione per la radio, e poi , dopo un piccolo scambio di souvenirs, era lo stesso Antonio a portarmi a visitare il museo sulla storia dell' emittente, dalla sua nascita in Salamanca, come stazione clandestina al servizio delle forze franchiste durante la guerra civile, ai primi anni del nostro secolo. Grazie di tutto cuore, Antonio, per questo altro meraviglioso momento che mi hai offerto!!!! Uscito da Prado del Rey, sempre con ML raggiungevo , sempre in Pozuelo de Alarcon, la Ciudad de Imagen nuovissimo complesso che ospita Onda Madrid, l’ emittente radiotelevisiva del governo regionale della Comunidad de Madrid sintonizzabile in città su 101.3 e 106.0 MHz. Visto il numero di cancelli e sbarramenti da superare decidevo di lasciar perdere qualsiasi tentativo di richieste di adesivi e mi limitavo a scattare una fotografia al nuovo gigantesco complesso che ospita anche Tele Madrid, la televisione del governo regionale madrileno.
Fatto questo tornavo alla stazione di Colonia Jardin e percorrevo al contrario il percorso sulla metropolitana fatto al mattino per tornare in albergo a ritirare i miei bagagli ed in taxi raggiungere la Estaciòn de la Avenida de America da dove, alle 17.45, con tre quarti d'ora di ritardo, in autobus, partivo a destinazione di Burgos ove arrivano alle 20.30.
Un’ ultima corsa in taxi per raggiungere l’ hotel chiudevano quest’ altra storica giornata ove ancora una volta ho danneggiato il radioascolto. Si perché se un anonimo ritardato mentale un anno fà ha scritto che sono un pericolo per il radioascolto italiano avendo reso visita al solo servizio italiano della Voce di Russia, chissà adesso che ho visitato l’ intera Radio Exterior de Espana!!!!!!!!!!

Era la prima volta che pernottavo in Castilla y Leòn. Già avevo fatto delle brevi gite a Salamanca, Avila e Palencia, ma era questo il mio primo vero soggiorno nella regione che possiamo considerare il “ verdadero corazon “ della Spagna. Da un punto di vista linguistico la Castilla è paragonabile alla nostra Toscana, cosi come l’ italiano è il fiorentino, lo spagnolo è il castigliano, e da un punto di vista storico al mio Piemonte, fu infatti la Castilla, con l’ Aragona ed il Portogallo, il principale artefice della totale riconquista cristiana della Penisola Iberica dopo l’invasione araba che nel 711 pose fine al dominio visigoto della stessa. Avrei trascorso 3 notti e 3 giorni in Castilla y Leòn con un mix di visite radiofoniche e turistiche che avrebbe subito avuto inizio martedi 10 agosto. Quel giorno, infatti, appena uscito dall’ hotel raggiungevo la sede della Cadena COPE che lì attiva COPE Burgos su 94.5 MHz e 837 KHz e Cadena 100 su 95.5 MHz. Come già detto in Italia gli 837 KHz sono pressoché esclusivo dominio della Francia e di COPE Sevilla percui niente COPE Burgos!!!! Suonavo il campanello, mi apriva un gentile receptionista che alla mia richiesta di adesivi mi diceva di tornare dopo mezzogiorno che me li avrebbe fatti trovare. Precedenti esperienze mi hanno dimostrato che in Spagna questo è vero percui completamente fiducioso riprendevo il mio tour. A piedi mi spostavo poi all’ altro grande network nazionale, la Cadena SER. In Burgos la si può sintonizzare con Los 40 Principales su 89.1 MHz, con Cadena Dial su 94.3 MHz e con Radio Castilla su 97.1 MHz e 1287 KHz. Anche noi in Italia possiamo sintonizzare Radio Castilla. La frequenza di 1287 KHz è una delle migliori, durante le ore serali, per l’ ascolto dei programmi della Cadena SER in programmazione nazionale in quanto pressoché priva di interferenza extraiberiche. Durante gli spazi di programmazione locale generalmente predomina il segnale della catalana Radio Lleida ma molte volte esso è “ mezclato “ proprio con quello di Radio Castilla di Burgos che alcune volte è, invece, proprio quella predominante. Naturalmente nessun problema a distinguerle: le programmazioni locali di Radio Lleida sono in lingua catalana, quelle di Radio Castilla in castigliano. La mia richiesta di adesivi trovava successo e le prime pegatines castigliane finivano nella mia borsa. A piedi mi spostavo alla vicinissima sede di una emittente locale, Radio Arlanzon 98.6 MHz ( Arlanzon è il nome del fiume che attraversa Burgos ). Altre pegatinas erano il mio bottino, unitamente ad un paio di biro. A questo punto una lunga camminata mi portava alla sede locale di Radio Onda Cero. Il terzo network privato spagnolo in Burgos si sintonizza sui 87.8, 100.1 e 106.2 MHz. Altra radio, altro successo, la giornata stava prendendo una piega meravigliosa, ma nulla è perfetto e alla successiva visita a Punto Radio, in Burgos sui 92,9 Mhz, restavo a mani vuote. Tornavo alla COPE e non solo la bustona che mi veniva consegnata conteneva adesivi locali e nazionali, ma anche un bel libro per i 50 anni della Radio Popular de Burgos festeggiati nell' appena trascorso 2009. Toccava alla R.N.E. che per la provincia di Burgos opera su 88.1, 89.7, 91.0, 92.2, 93.6 MHz e 801 KHz Radio 1, su 92.0, 92.7, 93.4, 99.6 e 102.2 MHz Radio Clasica, su 91.2, 98.6, 101.2, 101.6, 101.7 e 103.3 Radio 3 e su 104.5, 104.7, 105.7, 106.1 106.2, 106.6, 107.7 MHz e 1017 KHz Radio 5. La frequenza degli 801 KHz, qui in Italia o per lo meno in Vercelli, per quanto riguarda le ricezioni dalla Spagna è di pressoché esclusivo dominio del trasmettitore catalano di Girona ma i 1017 KHz di Radio 5 offrono invece, come opzione primaria, proprio gli ascolti dei programmi regionali della Castilla y Leòn dal trasmettitore di Burgos. Provate, riuscirete certamente ad ascoltarli!! Inutile che vi dica come è andata!!!!!! Un' ultima passeggiata mi portava alla sede di esRadio 24 FM 97,8 Mhz, un nuovo piccolo network FM nato in Madrid negli ultimi anni ma che già si è diffuso in molte località spagnole. Alcuni adesivi nazionali e locali erano il completamento del mio bel bottino del dia.
Ritornavo poi in albergo per ritirare i bagagli e raggiungere la stazione degli autobus per partire, alle 17.25 a destinazione di Leòn ove arrivavo alle 19.25. La cena e una prima passeggiata nel centro cittadino erano la degna conclusione di quel giorno.

(VAI ALLA PHOTO GALLERY DEL VIAGGIO)

Era mercoledì 11 agosto il giorno della visita turistica-radiofonica di Leòn. Le emittenti leonensi sono pressoché tutte concentrate nel centro cittadino percui non è un grosso problema muoversi fra di esse a piedi. Appena uscito dall’ hotel raggiungevo la locale sede di Onda Cero Radio in Leòn operante sui 98.3 MHz e pure su 96.5 MHz con la sua catena musicale Kiss FM. Qualche adesivo del vecchio tipo ed un ... ventaglio erano quanto mi guadagnavo! Toccava ad un altro network, la Cadena COPE che in Leòn, oltre che sui 93.3 MHz ove diffonde i programmi di Cadena 100, attiva, per la Cadena tradizionale i 87.6 MHz e i 1215 KHz. Due parole sui 1215 KHz. Non è certamente questa la frequenza migliore ove sintonizzare la Cadena COPE in Italia, il canale è dominato dalla londinese Absolute Radio e solo con molta “ fortuna “ si riesce a tirar fuori la COPE. Se si riesce nell’ impresa durante gli spazi di programmazione locale o si ascolta Astorga o Cordoba, però nulla è impossibile e quindi prima o poi si potrebbero anche ascoltare i programmi locali di COPE Leòn. Tentate!!! Voi tentate l' ascolto io ho tentato di raccattare qualcosa ma son rimasto a mani vuote!!!! Proseguivo verso la sede della R.N.E. che in Leòn attiva Radio 1 97.1, 98.1 MHz e 774 Khz, Radio Clasica su 89.0, 89.7, 91.1 e 93.0 MHz, Radio 3 su 89.3, 91.4, 97.5 e 99.9 MHz, Radio 5 su 99.4, 102.2 MHz e 1305 KHz. Le due frequenze dei 774 KHz e dei 1305 KHz, per quanto riguarda le ricezione della Spagna in Italia, sono di pressoché esclusivo dominio, rispettivamente, dei trasmettitori di Valencia e Ciudad Real percui risulta difficilissimo ascoltare, da Leòn, i programmi regionali della Castilla y Leòn, però provate ugualmente, potrebbe sempre esserci una gradita sorpresa!! Suonavo al campanello ma nessuno rispondeva!!! Il proseguo della passeggiata mi portava alla Cadena SER, attiva in Leòn con Los 40 Pricipales su 88.2 MHz, Cadena Dial su 94.3 MHz e Radio Leòn su 92.6 MHz e 1341 KHz. Sui 1341, come già scritto un anno fà, domina la Magyar Katholicus Radio di Budapest, ma giocando un po’ con la loop è possibile estrarre da sotto di essa le emittenti spagnole, generalmente o arriva Radio Onda Cero di Ciudad Real oppure proprio la Radio Leòn che è l’unica emittente della SER sul canale, un ascolto quindi possibilissimo anche da noi, tentatela alle 23.55 con la pubblicità locale sempre in onda in quell’ orario. Qui era inutile suonare il campanello in quanto la porta era aperta ma il guardiano troppo indaffarato a leggere il giornale mi liquidava dicendo che di adesivi non ne avevano. Magari lui alla reception non ne aveva ma che cavolo ne sapeva se dentro ne avevano. Non ho mai capito perchè al lavoro io debba farmi un mazzo che non finisce più mentre esistono questi nullafacenti che neanchè si sentono in dovere di prendere in mano un telefono. Chiudevo con la locale sede di Radio Marca 100.6 MHz. Li mi aprivano, la receptionista mi diceva, però, che di adesivi non ne aveva. E in questo caso ci credo, perchè lei era la vera receptionista non un addetto alla sicurezza che pretende di fare anche le relazioni col pubblico. Il tour radiofonico di Leòn, veramente scarso, era giunto al termine, iniziava quello turistico che mi portava alla Cattedrale e al Museo de Leòn. Alle 17.25 un autobus partiva per riportarmi a Burgos ove arrivavo alle 21,00 ( ha fatto tutte le stradine possibili ed immaginabili, poco ci mancava che si fermasse anche nelle cascine ) e ove avrei pernottato.

Il giorno successivo era interamente dedicato al turismo in Burgos, la patria dell’ epico eroe nazionale spagnolo, il Cid Campeador, con visite alla sua meravigliosa Cattedrale e al Museo di Burgos. Alle 16.15 ancora in autobus partivo a destinazione di Madrid ove arrivavo alle 19.00. Un’ ultima serata madrilena mi attendeva.

Madrid è la sede dei principali network radiofonici nazionali, la COPE, la SER, Punto Radio, Radio Marca, Radio Intereconomia ma precedenti esperienze mi hanno insegnato che è pressoché impossibile organizzare una visita agli studi e che alle reception degli stessi sempre si rimane a mani vuote in quanto bloccati da cerebrolesi messi a guarda delle medesime ma a Madrid sussistono ancora numerose piccole radio locali ed è ad esse che, da lungo tempo, avevo deciso di dedicare il mio tour di venerdi 13 agosto: se non avessi raccolto nulla era facile prevederlo, ma se avessi raccolto qualcosa sarebbe stato un qualcosa di molto raro tipo gli adesivi e la T-shirt di Radio Tentaciòn raccolte durante il mio ultimo giro madrileno. In pieno centro esistono numerose emittenti di questo genere e quindi a piedi o in metrò avrei potuto girarne un discreto numero. Appena uscito dall' hotel raggiungevo, nella via sede della più bassa e vomitevole prostituzione di tutta la Spagna ( si vedono certe tizie che solo a passarci a due metri di distanza si rischia l’ AIDS ) quella che credevo essere la sede ( Calle de la Montera 9 ) di Radio Logica 104.1 MHz. Il portinaio dello stabile mi spiegava che si erano trasferiti verso destinazione ignota una ventina di giorni prima, vale a dire una settimana dopo che mi avevano inviato una e-mail di invito confermandomi anche l’ indirizzo a “ luci rosse “. Forse i cerobrolesi non fannò solo i guardiani delle stazioni radio!!! A dire il vero io penso che abbiano chiuso, dato che il dial di Madrid sui 104.1 Mhz è vuoto. In metrò mi spostavo a Sol XXI 91.3 e 99.8 MHz. Li trovavo la radio, trovavo una segretaria, ma era tutto quello che trovavo!!!! Ancora in metrò per raggiungere Radio Energy 97.5 e 105.1 MHz. L' indirizzo esisteva, la porta era però senza alcuna targa ed indicazione e le mie scampanellate restavano senza risposta. Tanto valeva lasciar perdere!!!! Tornavo in hotel, ritiravo i bagagli ed in metrò, per l’ennesima volta, raggiungevo l’ aeroporto di Barrajas da dove, alle 17.20, partivo a destinazione di Palma de Mallorca ove giungevo alle 18.15. Appena uscito dall’ Aeroporto in autobus raggiungevo il mio hotel posto proprio sul lungomare mallorchino e passavo la prima serata della mia vita nelle Isole Baleari.

Il week-end era interamente dedicato al turismo: nella mattinata di sabato visitavo la Cattedrale ed il Palazzo dell’ Almudaina, al pomeriggio, invece, la mia meta era la piscina dell' hotel. Alla domenica, Ferragosto, gita fuori porta a Soller, località a Nord dell’ isola raggiungibile da Palma con un caratteristico trenino turistico su del quale anni fà avevo visto un servizio in “ Alle falde del Kilimangiaro “, il programma domenicale di RAI 3 condotto dalla straordinaria Licia Colò.

Lunedi 16 ricominciavo con le radio. Iniziavo dalla più vicina all’ hotel, Insel Radio l’ emittente per i turisti tedeschi operante su 95.8 MHz. Avevo un appuntamento con la Signora Christina Trapp e quindi nessun problema ad entrare e raccogliere qualche vecchio aufkleber!! In autobus mi spostavo
a Ona Mallorca 98.0 e 105.3 MHz. Bella la sede, ma solo due schede dei programmi era quanto riuscivo a raccogliere. Andavo poi all’ unica oficina di Radio Mania 96.6 MHz , esRadio 97.1 MHz e Radio Marca 91.6 MHz. Altro mezzo insuccesso: il bottino era un blocchetto di carta per appunti di Radio Marca e la conferma ad un rapporto d’ ascolto dell’ amico Fabrizio Carnevalini a Radio Mania. A questo punto raggiungevo la sede di BN Radio 106.5 MHz. Tutto chiuso per vacaciones. Toccava alla R.N.E. In Mallorca la R.N.E. trasmette i programmi di Radio 1 su 90.1, 93.2 MHz e 621 KHz, di Radio Clasica su 95.4 MHz, di Radio 3 su 92.3 e 97.4 MHz, di Radio 5 su 99.7, 104.5 MHz e 909 KHz. Due righe sulle sue ricezioni italiane: nessun problema a sintonizzare R.N.E. Baleares sui 621 KHz durante gli spazi di programmazione locale, più problematica la ricezione di Radio 5 sui 909 KHz. Sicuramente l’ emittente è sintonizzabile sulla costa tirrenica ma io in Vercelli in più di 35 anni di radioascolto non ho mai ricevuto gli spazi locali delle Baleari sui 909 KHz, sempre ho ascoltato o l’ inglese B.B.C. o la rumena Radio Cluj. Provate magari sarete più abili e fortunati di me!!! Li ero ricevuto da Jose’ Maria Tomè Tejeda Responsabile de Medios Tecnico, la gentilezza in persona. Si intratteneva infatti per circa un’ ora a parlarmi del lavoro della R.N.E. nelle Isole Baleari, nel mostrarmi gli studi sia di Radio 1 che di Radio 5 ( anche se ormai quello di Radio 5 è praticamente inutilizzato data la mancanza di programmi locali non in catena con Radio 1 ), i link di collegamento con Madrid e con il centro di trasmissione. Scattavo varie fotografie e al termine venivo anche omaggiato di vari adesivi, alcuni dei quali non ottenuti il lunedi precedente alla Casa de la Radio. Salutato Jose’ mi spostavo in taxi a Flaix FM 100.6 MHz , la sede balearia della nota emittente musicale catalana che in Palma de Mallorca condivide le sue installazioni con Punto Radio 98.8 MHz. Avevo un appuntamento con la Senora Lina Pons la quale molto gentilmente mi faceva visitare gli studi di trasmissione delle 6 ore di programmazione locale, ma a mani vuote restavo al momento della richiesta di pegatinas. Que lastima!! Un autobus mi riportava in centro ove subito raggiungevo Onda Cero che in Palma de Mallorca attiva Europa FM su 91.2 MHz, Onda Melodia su 95.1 MHz e Onda Cero Radio su 94.3 e 101.0 MHz. Tanto per cambiare con le sedi di Onda Cero, trovavo tutto chiuso!!! Mi spostavo quindi sempre a piedi alla sede della Cadena COPE. In Mallorca la COPE diffonde la musicale Cadena 100 sui 97.6 MHz, la sportiva Rock & Gol su 95.6 MHz e l’ informativa COPE Mallorca su 90.9, 102.8, 103.5 MHz e 1224 KHz. Sicuramente è possibile la ricezione italiana di COPE Mallorca: quando il canale non è interferito da Radio Bulgaria la COPE arriva incontrastata, durante la programmazione locale generalmente la fà da padrona la catalana COPE Lleida ma spesso anziché i programmi locali da Lleida si ascoltano quelli da Palma de Mallorca. Entravo nel palazzone, la porta degli uffici era aperta ma l’ unica persona presente era la donna delle pulizie che mi diceva che li non c’era più nessuno. Mi ero stufato, molte altre stazioni avevano ancora sede in Palma de Mallorca, ma il tempo a mia disposizione era terminato. Aggiungiamo solo due parole sulla non visitata Cadena SER che è sintonizzabile anche in Italia. In Palma la SER opera con Los 40 Principales su 94.1 MHz, M80 su 102.3 MHz, Cadena Dial su 106.1 MHz e Radio Mallorca su 103.2 MHz e 1080 KHz. Anche il canale dei 1080 KHz, come quello dei 1287 KHz, è uno dei migliori per ascoltare in Italia le emittenti della SER durante le programmazioni in catena in quanto privo di interferenze extraiberiche, durante gli spazi di programmazione locale è sempre una bella lotta fra l’ aragonese Radio Huesca ed appunto Radio Mallorca. Non avrete quindi difficoltà a sintonizzare Radio Mallorca, se proprio quando tentate arriva Radio Huesca riprovate il giorno dopo, sarete più fortunati!!!!! Uscito dalla COPE tornavo in hotel ed in taxi raggiungevo la stazione degli autobus della Placa de Espanya per da li partire a destinazione di Puerto Alcudia, la località portuale da cui salpano i traghetti che da Mallorca portano a Menorca.

Martedì 17 agosto la traversata da Mallorca a Menorca. La sveglia suonava già alle 6, taxi per il porto da dove, alle 8, con naviglio Balearia partivo a destinazione di Ciutadella ove arrivavo già alle 9.00. Trasferimento in hotel, molto periferico ma situato ai bordi di una caletta, la Cala de Sa Forcat, fra le più belle mai viste in vita mia, e poi subito il via al tour turistico-radiofonico tornando in autobus al centro di Ciutadella. Per prima cosa raggiungevo la sede della Cadena COPE che in Menorca irradia Cadena 100 sui 101.3 MHz, Rock & Gol su 106.4 MHz e la catena tradizionale sui 89.6 MHz e 1134 KHz. Non fatevi molte illusioni, a meno che non viviate in Sardegna o in Toscana, i 1134 KHz sono dominio della strapotente Radio Zagabria, tuttavia se con molta abilità riuscirete a tirar fuori la COPE da sotto la Croazia durante gli spazi di programmazione locale la stazione COPE che si sintonizza è proprio quella di Menorca. Un vecchissimo adesivo locale con ancora il logo delle Radio Popular e alcuni opuscoli per i 50 anni della Radio Popular in Menorca erano la mia giusta ricompensa. Al piano di sotto di Cadena COPE, vi erano abbandonati i vecchi uffici della TVE Baleares. Tentavo di staccare gli adesivi ancora appiccicati sulla loro porta ma erano talmente vecchi che subito si rompevano. A piedi andavo, a 30 metri di distanza, alla locale sede di Radio Balear, la stazione locale attiva sui 92.0 e 102.7 MHz e di Radio Intereconomia 104.7 MHz, ma tutto era chiuso. A questo punto il tour radiofonico era già terminato, iniziavo quindi quello turistico con una visita alla Cattedrale, al Museo Diocesano, al Museo de Bastiò de Sa Font e poi al pomeriggio sole e mare!!!!
Il giorno seguente gita fuori porta, a Maò la città che ha dato il nome alle maionese. Per fare questo alle 9 partivo in autobus da Ciutadella e già alle 09.45 ero alla stazione di Maò. Non lontana vi è la sede della Cadena SER che li opera con Los 40 Principales su 96.2 MHz, Cadena Dial su 98.2 MHz e Radio Menorca su 95.7 MHz, Avevo un appuntamento col Direttore il Sig. Sergio Ribera in passato FM DXista che quindi, dopo avermi chiesto di salutare Dario Monferini ed il suo concittadino Jordi Brunet, anche lui è nativo di Vilanova i la Geltrù, mi mostrava tutte le installazioni, parlavamo degli ultimi sviluppi del DX in onde medie e corte, mi scattava varie fotografie e mi congedava con una quantità di adesivi che faceva aumentare non di poco il bottino del viaggio. Certo che quando si visitano stazioni gestite da persone che sanno che cos’è il DX le cose risultano facilitate. Avrei dovuto continuare con la sede locale di Radio Balear in Maò sintonizzabile sui 92.0 MHz e 102.7 MHz, ma il suo direttore, il Senor Jacobo Heredia Vidal il giorno prima mi aveva avvisato che quel giorno sarebbe stato assente e l’ emittente chiusa. Tanto valeva tornare in Ciutadella alla caletta di fronte all’ hotel per un ultimo pomeriggio “ balneario baleario “ HI!!!

(VAI ALLA PHOTO GALLERY DEL VIAGGIO)

Il ritorno in continente avveniva giovedi 19 agosto. Già alle 7 suonava la sveglia, in autobus andavo dall’ hotel al centro di Ciutadella, da dove alle 8 partivo con l’ autobus 14 per Maò ove arrivavo alle 08.45. Un terzo autobus mi portava alla stazione marittima da dove, alle 12.15 con un traghetto di Transmediterranea, partivo a destinazione di Barcelona. Alle 20.40 per la prima volta in vita mia arrivavo nel porto del capoluogo catalano e dopo aver raggiunto il mio solito hotel vista Rambla, chiudevo la giornata con una vasca sulle stesse. Peccato che fosse davvero una vasca dato che su Barcelona diluviava!!!!

Barcelona ospita moltissime radio: tante locali e tutti i network nazionali hanno una sede nella seconda città del paese ma in quanto a “ stronzaggine “ le grosse radio di Barcelona gareggiano con quelle di Madrid percui non è che in BCN sia mai riuscito a collezionare grossi risultati ( basti dire che non sono mai riuscito a visitare la sede locale della Cadena SER, la prima stazione radio nata in Spagna ) percui avevo deciso che la mia giornata di tour radiofonico catalano non sarebbe stata nel capoluogo ma “ fuoriporta “ raggiungendo una località della provincia sede di una storica emittente operante sulle onde medie e da sempre sintonizzabile anche da noi qui in Italia, Manresa. Già alle 07.30 di venerdi 20 agosto suonava la sveglia, colazione al più noto bar di Barcelona, il Cafe Zurich di Plaza de Catalunya e poi subito raggiungevo la stazione delle RENFE di Plaza de Catalunya per partire con un trenino locale alla volta di Manresa. Meravigliosa la visione del Monserrat che si ammira durante il tragitto. Uscito dalla stazione subito andavo alla Cadena SER attiva con Los 40 Principales su 91.7 MHz e appunto, Radio Manresa su 1539 KHz. Radio Manresa è abbastanza facile da sintonizzare: è vero che su 1539 KHz c’è anche la megapotente tedesca ERF di Wetzlar ma non è un grosso problema estrarre da sotto di essa Radio Manresa anche durante gli spazi di programmazione locale. Avevo un appuntamento con la Direttrice, la Senora Pilar Goni che non mi faceva visitare gli studi in quanto pieni di muratori per lavori di ristrutturazione ma mi omaggiava di vari adesivi locali di Los 40 Principales ed altri della loro stazione televisiva locale, Canal Taronja. Obbiettivo raggiunto. Tornato in Barcelona facevo un ultimissimo tentativo di raccolta adesivi alla sede della Onda Cero, posta proprio sulla Rambla e ben facevo dato che altri nuovi adesivi, gli ultimi, andavano ad arricchire il mio bottino del viaggio. Due parole ancora una volta sul suo ascolto: provate i 540 KHz e sicuramente la sintonizzerete!!
Era infatti sabato 21 agosto l’ultimo giorno di quest’ altro indimenticabile viaggio: al mattino salivo in cima alla colonna del monumento a Cristoforo Colombo ( vi sembrerà impossibile ma nonostante le numerose visite a Barcellona mai l’ avevo fatto in precedenza ) e poi, verso le 11 tornavo in albergo, raccoglievo la valigiona e per l’ ultima volta mi spostavo all’ Aeroporto del Prat. Alle 14.55 il decollo e alle 16.25 l’ arrivo a Malpensa. Finivo come era iniziata: una passeggiata ed un pasto in Milano e poi l’ ultimo treno, quello per Vercelli ove arrivavo alle 21.15.

Non so quando tornerò in Spagna, per ora non ho programmi nella penisola iberica per i prossimi 3-4 anni ma di una cosa sono certo, che ci sarà sempre un treno o un aereo che mi riporteranno nella terra del Cid, di Isabella de Castilla y Felipe de Aragon, di Felipe II, di Carlos V, di Velazquez, di Cervantes, di Francisco Goya, di Garcia Lorca, di Pablo Picasso, del Cordobes, di Salvador Dali, di Antonio Gaudi, del Real Madrid, di Santa Teresa de Avila, dell’ hockey patino Barcelona , di Dolores Ibarruri, di Juan Carlos I e dei Campioni del Mondo 2010.

Il rendiconto finale: 67 emittenti radio raggiunte in 56 differenti sedi, 209 adesivi di 42 differenti varietà di 21 differenti stazioni, 4 biro, 1 pila, 4 matite, 2 portachiavi, 2 portabadge, 1 calendario, 5 libri, 2 blocchi per appunti, 5 QSL in bianco, 1 ventaglio, 1 pallina antistress, 1 portamicrofono ed 1 targa con logo.

Prossime avventure: Ande 2011 con Dario Monferini attraverso Argentina, Perù ed Ecuador e poi Nord Atlantico 2012 in Islanda e Far Oer.

Roberto Pavanello

LE EMITTENTI VISITATE
Cadena SER – Av. Anaga 35 – 38001 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.cadenaser.com/emisoras/santa-cruz-de-tenerife
e-mail radioclubtenerife@unionradio.es
R.N.E. – C/ San Martin 1 – 38001 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.rne.es
Canal 4 R. – C/ La Rosa 7, 1° – 38002 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.tenerifecanal4.com e-mail canal4radio@hotmail.com
R. Isla – Plaza Josè Arocena Paredes 1, 6° A y B – 38003 Santa Cruz de Tenerife - SPAGNA
Web www.radioislatenerife.info e-mail direccion@radioslatenerife.com
R. Marca – C/ Puerto Escondido 1, 6° – 38002 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.radiomarcatenerife.com e-mail oyentes@radiomarcatenerife.com
Planet R. – C/ Costa y Grijalba 17 – 38004 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.planetradio.es e-mail info@planetradio.es
Onda Cero Teide R. – C/ Salamanca 5 – 38006 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.ondacero.es
R. Ecca – C/ Lope de Vega 5 – 38005 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.radioecca.org e-mail tenerife@radioecca.org
R. Union – Av. 3 de Mayo 30, planta 5 – 38005 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.radiouniontenerife.com e-mail radio_union@msn.com
Punto R./R. El Dia – Av. Buenos Aires 71, planta 2 – 38005 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.puntoradio.com/emisoras/punto_radio_santa_cruz_tenerife.html
R. Millenium – C/ Miguel Lòpez Gonzales 4 – 38003 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.radiomx.net e-mail info@radiomx.net
R. Canarias – Av. Bravo Murillo 5 – Ed. Mapfre planta 1 – 35003 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.rtvc.es/canariasradio/ e-mail msaizm@tvcanaria.tv
R. Guiniguada – C/ Botas 5, 2° – 35001 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.radioguiniguada.com e-mail radioguiniguada@gmail.com
Cadena COPE – Av. Escaleritas 60, 1° – 35001 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.cope.es/laspalmas-emisoras e-mail laspalmas@cadenacope.net
R. Ecca – Av. Escaleritas 58 bajo – 35011 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.radioecca.org e-mail info@radioecca.org
R. San Borondon – C/ Pedro de Vera 7 – 35003 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.sanborondon.info e-mail centrodelacultura@centrodelacultura.com
Onda Cero R. – C/ Leon y Castillo 248 – 35005 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.ondacero.es
R. Canarias - C/ Poeta Agustin Millares Sall 3 - Edif. Mapfre – 35008 Las Palmas De Gran Canaria – SPAGNA
Web www.rtvc.es/canariasradio/
Cadena SER - C/ Poeta Agustin Millares Sall 3 - Edif. Mapfre – 35008 Las
Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.cadenaser.com/emisoras/las-palmas/
e-mail serlaspalmas@unionradio.es
UD R. – Pl. Ingeniero Manuel Becerra 1, planta 32 – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.udradio.com e-mail udradio@udradio.com
R. T. Insular – C/ Arequipa 10, 2° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.rtvinsular.com e-mail rtinsular@yahoo.es
Tropimania - C/ Arequipa 10, 2° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Onda Islena – C/ Corrientes 9, 2° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
R. Buenas Nuevas – C/ Corrientes 16– 35008 Las Palmas de Gran
Canaria – SPAGNA
Web www.buenasnuevas.es/radio.html e-mail canal@buenasnuevas.es
Univerdance FM – C/ Sao Paulo 53, 1° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.univerdance.fm e-mail univerdance@ciberinterbit.com
Radial Latino - C/ Sao Paulo 53, 1° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
e.mail info@ciberinterbit.com
R. Juventud - C/ Profesor Lozano 31, 2 °– 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.radiojuventud.com e-mail carmelohernriquez@hotmail.com
Punto R. – C/ Profesor Lozano 5, 2° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.puntoradio.com/emisoras/punto_radio_palmas_1008_html
Inolvidable FM - C/ Profesor Lozano 5, 2° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria SPAGNA
Web www.inolvidablefm.es e-mail info@inolvidablefm.es
R. Las Palmas - C/ Profesor Lozano 5, 2° – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.radiolaspalmas.com e-mail informacion@radiolaspalmas.com
Canarias Ahora R. – C/ Doctor Juan Dominguez Perez 24, 2° – 35008 Las Palmas
de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.canariasahora.es/radio e-mail elcorreillo@canariasahoraradio.com
Tamaran FM – C/ Cuzco 9, 2°-izq – 35008 Las Palmas de Gran Canaria – SPAGNA
Web www.radiotamaran.com e-mail fm@radiotamaran.com
R.N.E./R.E.E. – Casa de la Radio - Prado del Rey – 28223 Pozuelo de Alarcòn – SPAGNA
Web www.rne.es e-mail amigosdx@rtve.es
Onda Madrid – c/o Ciudad de la Imagen – Paseo del Principe 3 – 28223 Pozuelo
De Alarcòn – SPAGNA
Web www.telemadrid.es e-mail ondamadrid@ondamadrid.es
Cadena COPE – Av. del Cid Campeador 8, 3° – 09005 Burgos – SPAGNA
Web www.cope.es/emisora_burgos e-mail informativos.burgos@cadenacope.net
Cadena SER – C/ Venerables 8 – 09004 Burgos – SPAGNA
Web www.cadenaser.com/emisoras/burgos/ e-mail radiocastilla@unionradio.es
R. Arlanzon – Pl. Vadillos 5 – 09005 Burgos – SPAGNA
Web www.radioarlanzon.com
Onda Cero R. – Av. Castilla y Leòn 62-64 – 09007 Burgos – SPAGNA
Web www.ondacero.es
Punto R. – C/ de los Titos 1 bajo – 09007 Burgos – SPAGNA
Web www.puntoradiocyl.es e-mail burgos@puntoradiocyl.es
R.N.E. – C/ Barrio Gimeno 11-13 y 15 – 09001 Burgos – SPAGNA
Web www.rne.es
esRadio 24 FM – Pl. Alonso Martinez 7 of. 94 – 09003 Burgos – SPAGNA
Web www.24fm.es e-mail esburgos@24fm.es
Onda Cero R. – Av. Padre Isla 28, 7° derecha – 24002 Leòn – SPAGNA
Web www.ondacero.es
Kiss FM - Av. Padre Isla 28, 7° derecha – 24002 Leòn – SPAGNA
Web www.kissfm.es
Cadena COPE – C/ Lope de Vega 1 – 24002 Leòn – SPAGNA
Web www.cope.es/emisora_leon e-mail leon@cadena100.net
R.N.E. – C/ Ordono II 28 – 24001 Leòn – SPAGNA
Web www.rne.es
Cadena SER – C/ Villafranca 6 – 24001 Leòn – SPAGNA
Web www.cadenaser.com/emisoras/leon e-mail radioleon@radioleon.com
R. Marca – Av. de la Indipendencia 14, 4° – 24001 Leòn – SPAGNA
Web www.radiomarcaleon.com
R. Sol XXI – C/ S. Bernardo 20, 3° - 28015 Madrid – SPAGNA
Web www.radiosolxxi.com e-mail radiosolxxi@radiosolxxi.com
Energy FM – C/ Orense 18, 8° of. 9 – 28020 Madrid – SPAGNA
Web www.energyradio.es
Insel R. – Paseig Maritim 26 – 07014 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.inselradio.com
Ona Mallorca – C/ Font i Monteros 21 – 07003 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.onamallorca.com e-mail informacio@onamallorca.com
R. Mania – C/ Jesus 34 – 07010 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.radiomania.es e-mail avidal@radiomania.es
R. Marca - C/ Jesus 34 – 07010 Palma de Mallorca – SPAGNA
esRadio 24 FM - C/ Jesus 34 – 07010 Palma de Mallorca – SPAGNA
BN R. – C/ General Riera 21, 2° – 07003 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.agoraediciones.com/RADIO.htm
e-mail agoraediciones@hotmail.com
R.N.E. – C/ Aragò 26 – 07006 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.rne.es e-mail jefe_medios.pm.rne@rtve.es
Flaix FM – C/ Gremi Selleters i Basters 14 – 07009 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.flaixmallorca.com e-mail administracio@novatelevisio.com
Punto R. - C/ Gremi Selleters i Basters 14 – 07009 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.puntoradio.com/emisoras/punto_radio_palma_mallorca.html
Onda Cero R. – C/ Foners 7, 4° – 07006 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.ondacero.es e-mail palma.mallorca@ondacero.es
Cadena COPE – Av. Juame III 18, 4° – 07012 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.cope.es/emisora_mallorca e-mail c-mallorca@arrakis.es
Cadena COPE – Av. del Capità Negrete 3, 2° – 07760 Ciutadella – SPAGNA
Web www.cadenacope.es/emisora_menorca e-mail menorca@cadenacope.net
R. Balear – Av. de Jaume I el Conqueridor 110 – 07760 Ciutadella – SPAGNA
Web www.radiobalear.net/menorca.php e-mail menorca@radiobalear.com
R. Intereconomia - Av. de Jaume I el Conqueridor 110 – 07760 Ciutadella – SPAGNA
Cadena SER – C/ Bisbe Gonyalons 27 bajo – 07703 Maò – SPAGNA
Web www.radiomenorca.com e-mail radiomenorca@radiomenorca.com
Cadena SER – C/ Nou 47 – 08240 Manresa – SPAGNA
Web www.cadenaser.com/emisoras/barcelona/ e-mail informatius@els40.com
Canal Taronja - C/ Nou 47 – 08240 Manresa – SPAGNA
Onda Cero R. – Ramblas 88-94 – 08002 Barcelona – SPAGNA
Web www.ondacero.es

GLI HOTEL UTILIZZATI

Lyon Hotel – General Castanos 6 – 08003 Barcelona – SPAGNA
Web www.gatgallohotels.es e-mail reserve@gargallohotels.es
Hotel Pelinor – Alfonso Bethencourt 8 – 38002 Santa Cruz de Tenerife – SPAGNA
Web www.hotel-pelinor.com e-mail info@hotelpelinor.com
Santa Catalina Hotel – Leon y Castillo 227 – 35005 Las Palmas de Gran Canaria - SPAGNA
Web www.hotelsantacatalina.com e-mail hotel@hotelsantacatalina.com
Hotel Cortezo – Doctor Cortezo 3 – 28012 Madrid – SPAGNA
Web www.mediumhotelles.com e-mail cortezo@mediumhoteles.com
AC Hotel – Paseo de la Audencia 7 – 09003 Burgos – SPAGNA
Web www.ac-hotels.com e-mail acburgos@ac-hotels.com
Hotel Paris – Ancha 18 – 24010 Leòn – SPAGNA
Web www.hotelparisleon.com e-mail hotel@hotelparisleon.com
Hotel Tryp Bellver – Paseo Maritimo 11 – 07014 Palma de Mallorca – SPAGNA
Web www.solmelia.com e-mail tryp.bellver@solmelia.com
Hotel Hotetur Lagomonte – Estany Petit 8 – 07410 Port d’ Alcudia – SPAGNA
Web www.hotetur.com
Hotel Almirante Farragut – Urb. Los Delfines s/n – 07760 Ciutadella – SPAGNA
Web www.hotelesglobales.com e-mail res.almirantefarragut@hotelesglobales.com
Hotel Toledano – Rambla 136 – 08002 Barcelona – SPAGNA
Web www.hoteltoledano.com e-mail reservas@hoteltoledano.com

SITI UTILIZZATI PER LA PIANIFICAZIONE DEL VIAGGIO

PRENOTAZIONI
Alberghiere e biglietteria aerea www.expedia.it
Biglietteria navale www.aferry.it
Biglietteria autobus extraurbani www.movelia.es

INFORMAZIONI TRASPORTI FERROVIARI
In Spagna www.renfe.es
In Mallorca www.trendesoller.com

INFORMAZIONI TRASPORTI STRADALI
In Tenerife www.titsa.com
In Gran Canaria extraurbani www.globalsu.net
In Las Palmas de Gran Canaria urbani www.guaguas.com
In Madrid www.metromadrid.es
In Burgos www.aytoburgos.es
In Palma de Mallorca urbani www.emtpalma.es
In Mallorca extraurbani www.tib.caib.es
In Menorca www.tmsa.es

INFORMAZIONI ATTRAZIONI TURISTICHE VISITATE
TENERIFE Parco del Teide http://redparquesnacionales.mma.es/parque/teide
www.telefericoteide.com
GRAN CANARIA Casa de Colon www.casadecolon.com
BURGOS Catedral www.catedralswburgos.es
Museo de Burgos www.museodeburgos.com
Leon Catedral www.catedraldeleon.org
Museo de Leon www.museodeleon.com
Palma de Mallorca Catedral www.catedraldemallorca.org

INFORMAZIONI GENERALI
Mappe città http://maps.google.it
Lista emittenti radiofoniche www.lalistadelafm.com
Altre informazioni turistiche www.viaggioinspagna.it
www.todotenerife.es
www.aena.es
www.illesbalears.es

(VAI ALLA PHOTO GALLERY DEL VIAGGIO)

Back